Carraro
Carraro
Contattaci 0438 4363

Il primo truck al mondo viene costruito nel 1896

Pubblicata il 19/04/2021 Il primo truck al mondo viene costruito nel 1896

125 anni fa nasceva il primo camion.

Gottlieb Daimler, nel 1896, trovò una nuova area di applicazione per il sui motore e creò il primo prototipo di camion.

Il design del mezzo lascia discutere, sembrava un carrello con motore e senza timone, ma era spinto da un potente motore (chiamato Phoneix) a due cilindri da quattro cavalli con una cilindrata di 1,06 litri. Il motore era collegato all'asse posteriore tramite una cintura e due molle elicoidali lo proteggevano dalle vibrazioni.

Interessante notare che il primo autocarro anticipò gli assi epicicloidali, ancora oggi molto comuni nei veicoli da cantiere: la trasmissione a cinghia inviava la potenza dal motore ad un albero montato trasversalmente all'asse longitudinale del veicolo, entrambe le estremità del che erano dotati di un pignone. Ogni dente di questo pignone ingranava con i denti interni di una corona dentata che era saldamente collegata alla ruota da guidare. È così che hanno funzionato in linea di principio gli assali epicicloidali dei pesanti camion Mercedes-Benz fino all'attuale serie Arocs.

Nel 1898 Gottlieb Daimler e Wilhelm Maybach spostarono il motore Phoenix a due cilindri del veicolo da sei CV, che era stato posizionato nella parte posteriore, in una posizione sotto il sedile del conducente, con la trasmissione a cinghia a quattro marce anche trasferito in avanti.

Nello stesso anno al camion venne poi conferito il volto che lo distingueva nettamente dalla vettura e doveva livellare il percorso verso una produttività e una portata sempre maggiori: il motore fu quindi posizionato proprio davanti, davanti all'asse anteriore. Trasmetteva i suoi dieci cavalli tramite una trasmissione a cinghia a quattro ingranaggi e un albero longitudinale anteriore-posteriore e un pignone alle ruote dentate interne sulle ruote di ferro nella parte posteriore. Per questi veicoli, Daimler ha apportato miglioramenti cruciali non solo alla trasmissione, ma al motore stesso.

La seconda generazione di camion Daimler prodotti dal 1899 al 1903 consisteva in nuovi tipi di base con un carico utile compreso tra 1,25 e 5,0 tonnellate, per i quali erano sufficienti motori a due e quattro cilindri da quattro a dodici cavalli.

In dettaglio, la gamma quasi completa della DMG nel 1905 comprendeva: furgoni leggeri con tre classi di carico utile da 500 kg 1000 kg a 1500 kg di portata, alimentati da motori bicilindrici da otto a sedici CV. I motori a quattro cilindri da 16 a 35 CV alimentavano la classe per impieghi gravosi con un carico utile da due a cinque tonnellate.

Nel 1900, Karl Benz fece il grande passo, passando dal furgone al vero camion. La prima gamma era composta da tre modelli: la versione più leggera (1250 chilogrammi di carico utile) era alimentata da un motore monocilindrico da cinque a sette CV, la versione media per 2,50 tonnellate di carico utile ne utilizzava uno da dieci CV. Il motore a cilindri e il modello per impieghi gravosi per un carico utile di 5,0 tonnellate avevano un motore Contra a due cilindri che raggiungeva quattordici cavalli. Ciò che tutti e tre avevano in comune era che il motore non era più nella parte posteriore, ma nella parte anteriore, e posizionato orizzontalmente, e azionava l'asse posteriore tramite una trasmissione a quattro marce e una catena.

La base per il camion era ora pronta. La rivoluzione industriale prese velocità e sui mercati arrivarono merci di massa. La domanda di trasporti di distribuzione è cresciuta. Nel 1871 le restrizioni doganali nell'impero tedesco erano state abolite. La storia del trasporto stradale e la storia del commercio e della costruzione di strade sono più strettamente legate di quanto si pensi.

Richiedi informazioni

* campi obbligatori

…e se vuoi, ti chiamiamo noi

Ho letto l’informativa sul trattamento dei dati personali.

che i dati personali vengano utilizzati per le finalità di cui al punto b)

che i dati personali vengano utilizzati per le finalità di cui al punto c)

Condividi questa news
Ricerca veicoli
Scarica Brochure
Video
Contattaci
Sedi